Paratissima

Questo pomeriggio alle ore 18.00 presso la Biblioteca Shahrazàd, in via Madama Cristina 41, ci sarà la presentazione dei dati di Paratissima relativi all’edizione del 2011. Gli organizzatori illustreranno nel dettaglio le spese relative agli ultimi 3 anni, le risorse coinvolte e le ricadute economiche che sono state realizzate nelle ultime edizioni.

Siete tutti invitati a partecipare e, nel frattempo, eccovi una piccola anticipazione.

Per il terzo anno consecutivo, Associazione YLDA ha promosso l’indagine sul pubblico richiamato da Paratissima e sulla relativa ricaduta economica diretta. Parte dei dati utilizzati sono stati ricavati dalla ricerca sul pubblico promossa da Camera di Commercio su tutti gli eventi di “Contempory”. Inoltre, per il secondo anno consecutivo YLDA è stata supportata da Eupolis, Dipartimento Interateneo Territorio Politecnico e Università di Torino.

L’edizione 2011 ha registrato un pubblico pari a circa 45-50 mila presenze, con una flessione stimata del 40% rispetto l’anno precedente, causata dalle avverse condizioni atmosferiche. Sul fronte dell’offerta messa in campo, invece, è salito il numero degli artisti coinvolti, 530, e degli spazi trasformati in locations espositive che sono stati 230 disseminati su tutto il quartiere di San Salvario, di cui 154 relativi a spazi commerciali. Ad arricchire la parte espositiva, il programma di Paratissima ha previsto ben 178 eventi musicali e di animazione, sia su strada sia al chiuso.

La notorietà dell’evento cresce oltre i confini regionali: la percentuale di artisti provenienti da fuori Piemonte, uno su quattro a cui bisogna aggiungere l’aumento del numero di gallerie che hanno chiesto di poter esporre all’interno della manifestazione.

La ricaduta economica stimata è pari a circa 1.300.000 Euro, a fronte di un costo totale di 160.000 Euro, che significa che ogni Euro ne genera circa 8 di ricaduta.

Il pubblico di Paratissima è stato:

Giovane: Più della metà ha meno di 35 annI;

Metropolitano: l’85% proviene dal Piemonte, ma tra chi proviene dall’area metropolitana, solamente uno su cinque vive all’interno del quartiere di San Salvario;

Motivato: le attività di Paratissima sono la motivazione prevalente della visita al quartiere (79%), e i tre quarti del pubblico dichiara di essere a San Salvario per arte contemporanea e design.

Preparato: il 75% degli intervistati ha dichiarato di essere esperto o molto competente di arte contemporanea

Nuovo: l’86% del pubblico è già stato a San Salvario, ma il 54% dichiara che è la prima volta che partecipa a Paratissima.

Paratissima ha ricevuto contributi pubblici per un totale di 30 mila euro (Regione Piemonte € 25.000,00 Circoscrizione Otto € 5.000,00), dalle Fondazione Bancarie per 30.000 euro. Le sponsorizzazioni e altri contributi privati si sono attestati su un valore complessivo di € 62.628,00 mentre da iscrizioni dirette sono stati raccolti € 24.834,40.  I contributi pubblici, quindi, hanno coperto il 20% del budget complessivo, pari a circa 153mila euro.

I costi sostenuti si sono articolati nel modo seguente: € 72.124,00 di lavoro, 40.084,00 di comunicazione e promozione, 12.837,51 di allestimenti, 22.512,00 per la realizzazione di eventi artisti e musicali, 11.954,00 per costi di organizzazione generale.

Paratissima ha coinvolto direttamente e retribuito economicamente 117 persone, per la maggior parte torinesi under 35.  A questi vanno aggiunti 54 volontari per un totale di 171 persone coinvolte.

 

 


Un commento su “Paratissima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *