Il giusto… MICS!

 

 

La quantità di auto nelle città italiane è altamente al di sopra della media europea, con 60 auto ogni 100 abitanti contro una media europea di 48. L’uso massiccio delle auto fa sì che anche il trasporto pubblico resti una soluzione poco sviluppata.

I costi di questa inefficienza, legata ad un modello di trasporto esclusivamente basato sull’auto, sono stimati in diversi miliardi di euro l’anno a livello nazionale. Uno studio tedesco indica una spesa (al di là dell’uso) relativa ai costi sociali di circa 750 euro a persona (compresi i bambini).

Incoraggiare le persone a diversificare le modalità di spostamento in città: è questo l’obiettivo principale di MICS – Mobility Integration for Community Solutions, il progetto promosso dalle associazioni Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario onlus, Ciclobus, Donne per la difesa della società civile, Gruppo Abele, ManaManà, associazione Nessuno, Laqup, Oratorio San Luigi, Solco onlus, premiato dalla Commissione Europea nell’ambito della campagna Do the right mix.

Do the right mix è la nuova campagna triennale lanciata dalla Commissione europea e gestita dalla Direzione generale della Mobilità e dei Trasporti. La campagna rientra nei progetti legati alla settimana europea della mobilità sostenibile ed ha lo scopo di promuovere i vantaggi della combinazione di diverse modalità di spostamento e di dare visibilità e supporto alle buone pratiche europee di mobilità urbana sostenibile. Tra i progetti premiati dalla Commissione Europea vi è MICS – Mobility Integration for Community Solutions, a cui è stato concesso, unico progetto in Italia, un sostegno finanziario di 7.000 euro.

MICS si propone di dar vita ad una campagna di sensibilizzazione per la realizzazione di piani personalizzati di mobilità integrata e di stimolare un numero ampio di cittadini a ripensare le proprie abitudini e modalità di spostamento.

In particolare MICS intende sperimentare, su un gruppo target di almeno 20 residenti del quartiere San Salvario a Torino, un cambiamento concreto e misurabile delle abitudini di mobilità, mettendo i soggetti disposti alla sperimentazione nelle condizioni di condurla concretamente per un periodo definito di tempo e monitorandone gli effetti in termini di qualità ambientale, economica e sociale dello spostamento.

A questo gruppo ristretto verrà chiesto di modificare per un periodo definito le proprie abitudini di mobilità, offrendo incentivi concreti, come abbonamenti ai mezzi pubblici, bike sharing, etc.

Il centro logistico del progetto sarà la Casa del Quartiere di via Morgari 14 che ne ospiterà le attività tra dicembre 2012 e giugno 2013.

MICS sarà presentato in conferenza stampa il 17 gennaio alle ore 11.00, presso la Casa del Quartiere di via Morgari 14. Parteciperanno gli assessori della Città di Torino, Enzo Lavolta e Claudio Lubatti.

Tutti i passi del progetto saranno descritti sul nostro blog alla categoria MICS

Potete seguire l’evoluzione del progetto anche sui social Facebook, Google + e Twitter

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *