Presentati i primi dati della sperimentazione MICS

Progetto MICSSabato mattina presso la casa del quartiere di San Salvario a Torino, sono stati presentati i primi dati della sperimentazione MICS che ha visto coinvolto un intero quartiere. Il progetto, unico in Italia vincitore della campagna Europea “do the right mix” per incentivare forme di trasporto alternativo è stata supportata dal comune di Torino. Il progetto è stato condotto da un pool di associazioni.

La sperimentazione è stata impostata in sette step:

FASE 1 – la campagna informativa

FASE 2 – le interviste e i diari

FASE 3 – gli scenari alternativi

FASE 4 – la condivisione

FASE 5 – la sperimentazione

FASE 6 – la raccolta dei dati e l’analisi dei risultati

FASE 7 – la campagna di divulgazione dei risultati e la ricerca di nuovi testimonial

Nella prima fase sono stati coinvolti, tramite la distribuzione di locandine e cartoline i commercianti della zona per cercare di diffondere quanto più possibile il progetto presso i residenti. Oltre al materiale stampato, la campagna è stata portata avanti utilizzando una pagina internet dedicata e utilizzando i social network con l’obiettivo di coinvolgere altri partecipanti al progetto.

Nella seconda fase, individuati i testimonial, persone che per spostarsi abitualmente utilizzano la macchina. Si è quindi provveduto a fare un’analisi dei loro spostamenti quotidiani e a suggerire delle alternative.

I testimonial sono stati accompagnati in questo tutoraggio con l’obiettivo di mostrare loro come alle volte per agevolare il cambiamento non siano necessari particolari strumenti tecnici. Per analizzare e proporre le alternative di spostamento sono stati utilizzati degli strumenti web di facile utilizzo.

Ai partecipanti è stato richiesto di sperimentare per una settimana la nuova modalità di spostamento. Per aiutarli nella sperimentazione sono stati regalati degli abbonamenti settimanali ai mezzi pubblici e al servizio di bike sharing.

Alla fine della settimana i testimonial hanno compilato un diario dove hanno annotato le loro considerazioni sulla sperimentazione.

In alcuni casi ai partecipanti non è stato possibile consigliare dei mezzi alternativi all’automobile per difficoltà di orario o per mancanza di collegamenti con i mezzi pubblici, problema che avrebbe causato un dispendio di tempo troppo elevato. Terminata questa fase i dati sono stati raccolti e analizzati.

Durante il pomeriggio, è stato possibile, nei banchetti predisposti dalle associazioni nel giardino antistante la casa del quartiere, fare un piccolo gioco che aveva l’obiettivo di mettere in evidenza come a fronte di un modesti incrementi di tempo, in alcuni casi si parla di 15 minuti di differenza a percorso, sia possibile arrivare a dei risparmi che possono arrivare a sfiorare i 1.000€ all’anno.

La sperimentazione, terminato il progetto Europeo, proseguirà nel futuro con l’obiettivo di coinvolgere quante più persone possibile.

per info: Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario onlus

c/o Casa del Quartiere – via Morgari 14 – Torino

tel.: 0116686772 – email: info@casadelquartiere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *