La storia della scarpa vecchia…

Articolo di Stefano Ciullo

Vecchia scarpa da ginnasticaC’erano una volta delle vecchie scarpe da ginnastica, appartenevano a un ragazzo che era solito praticare jogging tutti i giorni nel parco cittadino vicino a casa. Nella giornate passate ad accompagnare il ragazzo avevano visto un po’ di tutto, dalla neve al sole, dal freddo al caldo. Come tutte le cose che vengono utilizzate con tanta frequenza, un bel giorno, le scarpe aveva cominciato ad accusare i primi acciacchi e le suole si erano parecchio consumate.

Il ragazzo che le indossava ne aveva appena comprato un nuovo paio e le scarpe giacevano da qualche giorno vicino alla porta di casa sua, in attesa di essere buttate. Per loro le prospettive non erano allettanti, stavano probabilmente per finire in un cassonetto della spazzatura, destinate ad essere distrutte.

Questa breve storiella – inventata di sana pianta – introduce una novità interessante! Lo sapete che le scarpe da ginnastica possono essere riciclate? Lo sta già facendo Nicolas Meletiou, un imprenditore innamorato della corsa (forse era proprio lui il ragazzo di cui si parlava) e managing director di un’azienda green, la Eso di Opera (in provincia di Milano): con le vecchie scarpe ha fatto nascere il progetto EsoSport “recycle your shoes, repave your way”.

Per realizzare la sua idea, negli ultimi anni, ha distribuito nei negozi di sport in tutta Italia degli speciali box, chiamati “EsoBox” nei quali i runners possono mettere le loro vecchie scarpe. Le scarpe vengono raccolte e viene separata la gomma dalle tomaie. Lo sapete che la gomma ci metterebbe  250 anni per degradarsi? Invece viene riciclata e trasformata in una speciale pavimentazione anti trauma.

Ed è così che il 17 aprile scorso 2013 è stato inaugurato il Giardino di Betty, primo parco giochi per bambini la cui pavimentazione anti trauma, con una superficie di 152 metri quadrati, è stata realizzata con le gomme di migliaia di scarpe da ginnastica usate. Si tratta di una pavimentazione atossica, resistente agli agenti atmosferici e non conduttrice di elettricità.

Ma non è finita: con la stessa tecnica e filosofia, è stata realizzata una pista di atletica itinerante lunga 100 metri che farà il giro d’Italia a fianco delle gare podistiche. Sostenibilità ambientale, riciclo, responsabilità sociale, sono le caratteristiche di questo progetto che mette insieme passione e tecnologia al servizio dell’ambiente.

Se state per cambiare le vecchie scarpe da ginnastica e nel negozio dove le acquisterete troverete uno di questi box per la raccolta delle vecchie scarpe, ora sapete a cosa servono. Vi siete dimenticati di portare con voi il vecchio paio? Forse vi farà piacere andare a casa, prendere le vecchie scarpe e portarle al negozio per farle rivivere insieme ad altre migliaia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *