Milano #pensapulito per il Fuorisalone

pensapulito_2014Le strade di Milano si sono preparate al Fuorisalone e per l’occasione si sono date una netta ripulita. Passeggiando per le vie della città che ospita la settimana del design si notavano numerose scritte #pensapulito, alcune affiancate da quadrati di asfalto ripuliti, altre da mini campi da calcio, fino ad arrivare a pareti con disegni di portoni muniti addirittura di campanelli.

Questa iniziativa curiosa è capitata proprio quando Milano accoglieva le esposizioni e gli eventi del FuoriSalone, la kermesse dedicata al design che per una settimana ha trasformato il capoluogo meneghino in una metropoli internazionale ed elettrizzante.

In questo contesto effervescente, dove tutto è grande, fragoroso e colorato, qualcuno ha deciso di scegliere un’altra strada per promuovere la propria idea. Camminando per via Tortona, in Triennale e negli altri distretti del FuoriSalone ci si poteva imbattere in decine di attacchi di clean art che hanno invaso la città: il messaggio recitava #pensapulito,

Le stesse scritte si leggevano anche nelle vie di Parma. Per questo ci si domanda se forse non sia stata un’iniziativa staccata dal design ma dedicata a qualcosa di più ampio, un invito a pensare pulito. Un concetto chiaro, diretto, che invitava e invita a riflettere sul modo di vivere la città, e lo fa in netta controtendenza con l’opulenza delle iniziative del FuoriSalone, limitandosi a ripulire delle porzioni di suolo pubblico con un semplice getto d’acqua.

Installazioni minimali che ci hanno mostrato come il design e la comunicazione forse non abbiano più bisogno di allestimenti sfarzosi per stupire, e come il punto di partenza possa essere ancora una volta l’essenzialità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *