La panna cotta

Ricetta di Nilli

Sostenibile.com panna cotta

 

 

 

 

La panna cotta non è uno dei miei dolci preferiti.. Ma è uno dei dolci preferiti del fidanzo che povero non la trova (ovviamente mai) quando capita di andare a cena fuori!

Allora, finalmente -aggiungo io-, mi sono decisa a provare a farla a casa, usando per il primo tentativo l’agar agar: un ottimo addensante ricavato dalle alghe. Il potere addensante è davvero alto: ne basta pochissimo!

Mai come i questa ricetta il tipo di panna diviene fondamentale: c’è da trovare “la preferita”! Io adoro per questa ricetta quella della valsoia già zuccherata (reperibile in tutti i supermercati), ma mi piace molto anche “Condì” della Marca Alinor (confezione verde con il sole arancione).. Che è poi la mia “panna di soya preferita”!

Queste le dosi per due persone:
200 ml di panna di soya
80 ml di latte non zuccherato
2 cucchiai di zucchero/dolcificante che preferite
una puntina di polvere di vaniglia
1 gr/2 gr di agar agar (ossia un cucchiaino, massimo due)

Come si prepara:

All’interno di un pentolino, preferibilmente antiaderente, mettere tutti gli ingredienti, avendo cura di mescolare prima quelli liquidi con l’aiuto di una frusta o di un cucchiaio di legno.
Porre quindi la pentola su fuoco, e cuocere a fiamma bassa fino al bollore: far bollire per un minuto, quindi spegnere il fuoco continuando a mescolare al fine di far intiepidire il prima possibile il composto.

Porlo nelle vaschettine monoporzione o in una ciotola.
Appena raffreddato completamente, mettere in frigo per almeno tre ore.

Per aiutarsi a sformarla, può essere utile intaccare i contenitori con un coltellino, quindi rovesciarli direttamente sul piatto e “battere” sul fondo per farla uscire!

In queste foto è servita con amarene o marmellata di albicocche: è ottima come da ricetta tradizionale con cioccolato fuso o caramello… Largo alla fantasia!



Questo articolo è stato pubblicato in Alimentazione e Ricette e taggato come , , il da
Una foto di Nilli

Informazioni su Nilli

Dalla Toscana con furore, Nilli si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli studi di Pisa con una tesi sui diritti degli animali in ambito alimentare: ha da sempre a cuore la tematica della tutela ambientale e dell’alimentazione sana e sostenibile che sviluppa nella sua cucina tradizionale ma creativa. Inizia a cucinare appena riesce a stare in piedi: ad oggi crea ricette semplici, golose e sfiziose, che propone sul blog, in radio, sui social network. Inoltre si occupa di eventi, locali, comunicazione e living.

| 2 Commenti

2 commenti su “La panna cotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *