Caserecce pistacchio e radicchio trevisano

Sostenibile.com Caserecce pistacchio e radicchio trevisanoRicetta di Nilli

Questa ricetta è nata per un’improvvisata di un carissimo amico a casa, complice un frigo mezzo vuoto per imminente mini vacanza a Viareggio!

E’ un piatto molto saporito e gustoso, si prepara velocemente ed è perfetto sia per chi è goloso di pistacchio sia per chi, come me, lo apprezza soltanto!


Cosa ci serve per il sugo:
3 manciate di pistacchi
mezza manciata di pinoli
olio extra vergine di oliva

Aglio, un capo
Radicchio rosso

Come si prepara:
anzitutto si prepara il pesto di pistacchio, frullando insieme pistacchi e pinoli, con poco olio extra vergine di oliva ed un paio di pizzichi di sale.

In una padella capace, scaldare un bel paio di cucchiai abbondanti di olio insieme all’aglio spremuto: quindi aggiungere il pesto di pistacchio e cuocere a fiamma bassissima per alcuni minuti.
Per un paio di persone aggiungere almeno una decina di foglie ben tenere di radicchio tagliate a striscioline e far appassire.

Nel frattempo in acqua bollente poco salata cuocere le caserecce: scolarle al dente e saltare in padella per un paio di minuti.

Servire ben caldo e guarnire con pistacchi sbriciolati!



Questo articolo è stato pubblicato in Informazioni sostenibili e taggato come , , , il da
Una foto di Nilli

Informazioni su Nilli

Dalla Toscana con furore, Nilli si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli studi di Pisa con una tesi sui diritti degli animali in ambito alimentare: ha da sempre a cuore la tematica della tutela ambientale e dell’alimentazione sana e sostenibile che sviluppa nella sua cucina tradizionale ma creativa. Inizia a cucinare appena riesce a stare in piedi: ad oggi crea ricette semplici, golose e sfiziose, che propone sul blog, in radio, sui social network. Inoltre si occupa di eventi, locali, comunicazione e living.

| lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *