Impianti termici, obblighi e sanzioni

Sostenibile.com caldaieArticolo di Giorgio Mandolesi

Ben tornato caro lettore, siamo oramai prossimi all’inverno, e a questo proposito oggi vorrei proprio parlare di impianti termici. Sei sicuro di essere in regola con il tuo? Leggi qui……..

Un occhio alla legge

La manutenzione e il controllo degli impianti termici

Il DPR 412 del 1993 la normativa in materia di impianti termici attribuisce la responsabilità dell’esercizio e della manutenzione dell’impianto ad un unico soggetto: il responsabile dell’impianto termico. Ma chi è costui? Il responsabile dell’impianto termico può essere il proprietario o l’utilizzatore dell’impianto termico nel caso di abitazioni dotate di impianto termico autonomo, oppure, il condominio, nella persona dell’amministratore, nel caso di impianti termici centralizzati. Ma quali sono gli obblighi del responsabile dell’impianto termico? Il responsabile dell’impianto termico, ha l’obbligo di provvedere alla corretta manutenzione dell’impianto termico e del suo controllo.

Le operazioni di controllo, cioè l’insieme di quelle operazioni necessarie a verificare il corretto funzionamento dell’impianto termico, ed eventuale manutenzione dell’impianto devono essere eseguite da ditte abilitate ai sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37, conformemente alle prescrizioni e con la periodicità’ contenute nelle istruzioni tecniche per l’uso e la manutenzione rese disponibili dall’impresa installatrice.

Qualora l’impresa installatrice non abbia fornito proprie istruzioni specifiche, o queste non siano più disponibili, le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione degli apparecchi e dei dispositivi facenti parte dell’impianto termico devono essere eseguite conformemente alle prescrizioni e con la periodicità contenute nelle istruzioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante ai sensi della normativa vigente.

Controlli su l’efficienza energetica dell’impianto termico

In occasione dei controlli e manutenzione di impianti termici di climatizzazione invernale di potenza termica maggiore di 10kW e di impianti termici di climatizzazione estiva di potenza termica maggiore di 12kW si effettua un controllo di efficienza energetica riguardante tutte le parti che compongono l’impianto. I controlli di efficienza energetica devono inoltre essere effettuati:

  • all’atto della prima messa in esercizio dell’impianto, a cura dell’installatore;

  • nel caso di sostituzione degli apparecchi del sottosistema di generazione, come per esempio il generatore di calore;

  • nel caso di interventi che non rientrino tra quelli periodici, ma tali da poter modificare l’efficienza energetica.

Al termine delle operazioni di controllo, l’operatore che effettua il controllo provvede a redigere e sottoscrivere uno specifico rapporto di controllo di efficienza energetica.

La cadenza con cui devono essere effettuati i controlli sull’efficienza energetica dipendono dalla tipologia dell’impianto dell’alimentazione e dalla potenza. Qui affianco puoi consultare un prospetto in merito.

Sanzioni

Per la mancata operazione di controllo e manutenzione sugli impianti termici la sanzione va dai 500 ai 3.000 euro a carico di proprietario, conduttore, amministratore di condominio o terzo responsabile. La sanzione è invece compresa tra 1.000 e 6.000 euro per l’operatore incaricato che non provvede a redigere e sottoscrivere il rapporto di controllo tecnico.

Ispezioni sugli impianti termici

Ai sensi dell’ art. 9 c 2 del DPR 16 aprile 2016, le autorità competenti effettuano le ispezioni necessarie all’osservanza delle norme sul contenimento energetico; Responsabili delle ispezioni sugli impianti termici, per quanto riguarda il contenimento dei consumi di combustibili, sono le Regioni e le Province autonome.

Oggetto delle ispezioni sono gli impianti di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale non minore di 10 kW e di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale non minore di 12 kW. I risultati delle ispezioni sono allegati al libretto di impianto. Per gli impianti di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale compresa tra 10 kW e 100 kW, alimentati a gas, metano o GPL, e per gli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale compresa tra 12 e 100 kW, le ispezioni possono essere sostituite dall’accertamento del rapporto di controllo di efficienza energetica, inviato dal manutentore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *