La sostenibilità imprenditoriale

Sostenibile.com sostenibilità imprenditorialeL’imprenditorialità è di solito legato allo scopo di creare profitto per l’imprenditore.  All’inizio del 21° secolo, tuttavia, l’attenzione da parte del settore pubblico, i media, e la popolazione in generale è data anche alla dimensione non finanziaria legata alle aziende.

Il mondo è afflitto da problemi socio-economici e ambientali: la povertà, la disoccupazione, la criminalità, l’inquinamento, il buco dell’ozono, e la deforestazione. Queste sfide minano il percorso verso la sostenibilità. I governi, le comunità, le imprese e i mercati di consumo devono unire gli sforzi per affrontare queste sfide e costruire un mondo più sostenibile.

Uno dei modi con cui le imprese possono influenzare le scelte di tutto verso la sostenibilità è attraverso l’imprenditorialità. L’imprenditorialità è il processo di creare nuove imprese e di trasformare quelle esistenti attraverso innovazioni nei prodotti, mercati, processi e metodi, generare occupazione, favorendo lo sviluppo del prodotto, e coinvolgere i settori vulnerabili della società, comprese le donne e i giovani. L’imprenditorialità è in grado di porre rimedio a molte sfide in tutto il mondo.

Altre aziende stanno diventando promotrici di uno sviluppo sostenibile. La considerano una necessità non solo della generazioni presenti, ma anche di quelle future. Lo fanno offrendo dei prodotti di qualità ambientale e sociale superiore in modo da fornire soluzioni ai problemi ambientali e sociali ci affliggono.

Ci sono quattro tipi di imprenditorialità: l’imprenditoria commerciale, imprenditorialità sociale, quella ecologica, e l’imprenditorialità sostenibile. Gli obiettivi economici sono importanti in materia di imprenditorialità commerciale.

Mentre in passato c’era solo l’imprenditoria commerciale, ora è emersa anche l’imprenditorialità orientata alla sostenibilità, assumendo una qualsiasi di queste tre forme.

Impegnarsi in un business ecologicamente responsabile può essere fatto in due modi: attraverso un business “green” e un business “green to green”. In un business “green”, le pratiche eco-compatibili sono implementate come costo, innovazione, e marketing.

Ad esempio, le innovazioni delle aziende che fanno risparmiare energia, acqua e riducono i rifiuti pericolosi possono portare a notevoli risparmi e minore impatto negativo sull’ambiente. Imprese “green to green”, d’altro canto, sono progettate per essere “green”nei loro prodotti e processi fin dalla nascita del business.

Nel mondo i casi di successo non mancano. Alcune imprese in Nuova Zelanda hanno dimostrato che utilizzando materie prime ecologicamente sensibili e operando in maniera ecocompatibile, si può gestire un business di successo e allo stesso tempo essere “eco friendly”. I produttori di piccole e medie imprese in Missouri che appartengono al Green Supplier Network dello Stato del Missouri si sono impegnate a raggiungere obiettivi di sostenibilità come la riduzione dei rifiuti pericolosi, il consumo di energia e di acqua, e abbattere l’inquinamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *