10 cose sul consumo di acqua

Sostenibile.com acquaIn questa torrida estate dove si parla spesso di fiumi asciutti e di riserve idriche a forte rischio, ecco 10 cose da sapere sull’acqua e sul suo consumo.

L’uomo in media beve due litri di acqua al giorno ma l’acqua che viene consumata è anche quella che viene utilizzata per alimentarci, per produrre il cotone per vestirci, e per tutte le attività legate alla vita

1. Un uomo beve in media 2 litri di acqua al giorno e ben 4mila per alimentarsi, ossia l’acqua che viene usata per produrre cibo per alimentarci

2. Per produrre un chilo di carne, sono necessari ben 15mila litri d’acqua, il dato può variare in funzione del tipo di animale allevato e del metodo di allevamento

3. In base a quanto espresso nei punti 1 e 2 il 90% di acqua consumata è destinata alla produzione del cibo

4. Se tutti seguissero la dieta occidentale, compresa quella mediterranea il risultato sarebbe un aumento del consumo idrico pari al 75% in più

5. L’acqua utilizzata per produrre cibo di origine animale è maggiore rispetto a quella utilizzata per produrre verdure

6. 1,3 miliardi di tonnellate di cibo buttato all’anno corrispondono a 3 Laghi di Ginevra completamente evaporati

7. Solo in Italia ogni anno vengono sprecati 706 milioni di metri cubi di acqua a causa del cibo inutilizzato

8. il 43% di acqua che viene sprecata in Italia da cibo è per spreco di carne, il calcolo è per difetto

9. Secondo studi e previsioni nel 2050 servirà il 20% di acqua in più per nutrire tutti gli abitanti del pianeta terra

10. Sempre secondo le proiezioni il consumo annuale di acqua in futuro sarà pari a 2.400 chilometri cubi all’anno (30 laghi di Ginevra)

La riduzione dello spreco alimentare del 50% entro il 2020 (e quindi anche dello sperpero idrico) è uno degli obiettivi del Protocollo di Milano, un progetto messo a punto nel 2013 dalla Fondazione Barilla con il contributo di oltre 500 esperti internazionali, in risposta ai grandi paradossi moderni sull’alimentazione. Ma il cambiamento parte dall’informazione verso chi ogni giorno si siede a tavola e consuma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *