Pesce vegano impanato e fritto

sostenibile-com-pesce-vegano-impanatoRicetta di Paola Morgese

Il tofu può sostituire il pesce a tranci nelle ricette vegetariane e vegane! Provateci con questa semplice, veloce ed appetitosa ricetta.

Ingredienti per due persone

1 fascio di spinaci

125 g di tofu bio

1 cucchiaio di farina di ceci bio

Spezie essiccate q.b.

Pepe nero in grani

Acqua naturale q.b.

Pan grattato integrale

1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva

Sale fino q.b.

1/2 cucchiaino di semi di lino tritati

Succo di 1 limone piccolo

Pulite e lavate gli spinaci ed adagiateli, crudi, in un piatto da portata. Mettete la farina di ceci in un piatto fondo. Aggiungete il pepe macinato al momento e le spezie essiccate. Potete usare, ad esempio, un misto di cipolla, origano, aglio, prezzemolo e peperoncino piccante. Amalgamate il tutto. Aggiungete gradualmente l’acqua del rubinetto, che avrete lasciato riposare per almeno 10 minuti per far evaporare il cloro.

Mescolate bene, per evitare la formazione di grumi, e continuate fino ad ottenere una pastella della consistenza simile a quella di un uovo sbattuto.

Tagliate il tofu in 4 tranci dello spessore di circa 1 cm ognuno. Immergete e rigirate i tranci nella pastella, per ricoprirli completamente.

Per ottenere del pan grattato fresco e croccante, potete sbriciolare con un matterello due fette di pane integrale tostato oppure due fette biscottate integrali (senza olio di palma e con farina integrale vera, non con crusca aggiunta a farina 00).

Dopo aver passato i tranci nella pastella, avvolgeteli bente con il pan grattato. Riscaldate l’olio in una padella antiaderente e fate cuocere i tranci circa 2 minuti per lato. Adagiateli ben dorati sulle foglie di spinaci, senza asciugarli prima con la carta assorbente. Cospargeteli di sale fino e di semi di lino tritati al momento. Se preferite, aggiungete anche altro pepe macinato al momento. Irrorate con succo di limone e servite caldissimo.

Se è avanzata della pastella, versatela nella padella ancora calda e cuocetevi una piccola frittata vegana. Potete sostituire gli spinaci con insalata verde. I semi di lino contengono gli acidi grassi omega 3, che il nostro corpo non produce e che devono essere introdotti con l’alimentazione. Essendo molto delicati, devono essere consumati a crudo. Essendo facilmente ossidabili, devono essere tritati al momento. Inoltre, per evitare che il nostro sistema digerente li espella, devono essere polverizzati e mai ingeriti interi.

Buon appetito!

Paola Morgese, PMP
Ingegnere civile idraulico
Specialista in ingegneria sanitaria ed ambientale
http://it.linkedin.com/in/ingpaolamorgese/en
http://progettisostenibili.wordpress.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *