Archivi categoria: Comunicazione e sostenibilità

Torino rinuncia alle cannucce di plastica

Da Torino arrivano le prime adesioni alla campagna lanciata da Marevivo #EcoCannucce #Strawfree che sul capoluogo piemontese ha collaborato in sinergia con l’Associazione Culturale Laboratorio Zip + nell’ambito del progetto “Salottino Urbano” diffondendo l’appello #RinunciaAllaCannuccia.

Torino si è dimostrata una città molto attenta. Grazie alla collaborazione con Laboratorio Zip + – spiega Raffaella Giugni, consigliere di Marevivo – è stato possibile ottenere le prime adesioni a livello locale. Crediamo infatti che questa campagna sebbene nazionale, o meglio internazionale, debba insistere sulle realtà territoriali in grado di sensibilizzare i cittadini e spingere gli esercenti ad aderire.

Considerato l’interesse della città, e l’impegno della sindaca Chiara Appendino per la tutela ambientale le lanciamo l’appello affinché Torino diventi una città “plastic free”».

Continua a leggere

Treno Verde

Lo storico treno verde di Legambiente il 19 e il 20 marzo sarà a Vercelli, per chiedere all’Europa obiettivi più stringenti e sfidanti nel Pacchetto Energia e Clima 2030, ancora in fase di discussione, e all’Italia di svolgere un ruolo da leader sul clima, con politiche più ambiziose, per dare maggiore concretezza e solidità al cambiamento già in atto per traghettare il nostro Paese verso la totale decarbonizzazione del proprio sistema energetico.

L’inaugurazione della tappa piemontese con il taglio del nastro sarà alle ore 10,30 al binario 1 della Stazione centrale di Vercelli. Saranno presenti Laura Brambilla, portavoce Treno Verde, Fabio Dovana, Presidente Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, Gian Piero Godio, Presidente del circolo Legambiente del Vercellese, Maura Forte, Sindaco di Vercelli, Carlo Riva Vercellotti, Presidente Provincia di Vercelli, Anna Rigazio, Sindaco di Cigliano (VC), Andrea Chemello, Sindaco di Tronzano (VC), Alessandro Portinaro, Sindaco di Trino (VC),Francesca Raciti, Direttrice regionale trasporti Trenitalia.

Continua a leggere

230 giovani per il Po

Acque inquinate, sponde cementificate, discariche a cielo aperto. E’ così che troppo spesso si presentano il Po e i suoi affluenti. Una grossa pattumiera piuttosto che un bene insostituibile dal punto di vista naturalistico, una risorsa ecosistemica ed economica per il nostro territorio.

E’ da questa considerazione che nasce VisPO – Volunteer Initiative for a Sustainable Po, il progetto che per 3 anni coinvolgerà 230 volontari tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in territorio piemontese. Un’esperienza di volontariato e apprendimento per giovani under 30 promossa da Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, in partnership con Arpa Piemonte e European Research Institute, presentata questa mattina a Torino presso la Società Canottieri Armida.

Continua a leggere

Comuni Rifiuti Free

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2 mila miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito il primo EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte organizzato a Torino da Legambiente nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti e in cui si è parlato delle migliori esperienze piemontesi in tema di economia circolare e al tempo stesso della necessità di politiche per rendere più virtuosa la gestione dei rifiuti nella nostra regione.

Un Piemonte che certo non brilla sul fronte della riduzione dei rifiuti e della raccolta differenziata. Secondo i dati presentati da Legambiente nel dossier Comuni Ricicloni Piemonte 2017 sono soltanto 13 i Comuni Rifiuti Free che, oltre ad aver raggiunto il 65% di RD, producono meno di 75 kg pro capite l’anno di rifiuti indifferenziati. Ma a preoccupare l’associazione ambientalista è anche l’esigua percentuale di Comuni che superano il 65% di raccolta differenziata previsto per legge: appena 242 su 1202, poco più del 20% del totale.

Continua a leggere

Il futuro non si brucia

Il futuro non si brucia. È lo slogan che accompagna quest’anno la Festa dell’Albero, l’iniziativa organizzata da Legambiente che vedrà martedì 21 novembre circa 500 appuntamenti organizzati in tutta la Penisola, per portare un messaggio di impegno collettivo per la rinascita del verde, con la piantumazione simbolica di nuovi alberi soprattutto nelle aree protette danneggiate dalle fiamme. Al centro delle iniziative, infatti, quest’anno c’è il tema degli incendi boschivi che hanno dilaniato anche il Piemonte non risparmiando zone di alto valore naturalistico.

All’invito di Legambiente per celebrare la Festa dell’Albero hanno risposto in tutta Italia mille classi con il coinvolgimento di oltre 25 mila studenti e la piantumazione di migliaia di piante. Un gesto di gratitudine e di rispetto verso questi polmoni verdi che svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico, nel mantenimento degli equilibri del pianeta e contribuiscono al benessere e alla qualità della vita.

Continua a leggere

L’edificio più sostenibile al mondo?

Sostenibile.com edificio sostenibileLo sapevate che gli edifici commerciali sono i maggiori responsabili per le emissioni di anidride carbonica nelle aree metropolitane? Ad esempio, gli edifici commerciali di New York City sono responsabili dell’80 per cento delle emissioni di anidride carbonica di tutta la città.

Tuttavia, molte città stanno intensificando i loro sforzi per la sostenibilità, in questo momento la città che può affermare di avere l’edificio più sostenibile al mondo è Amsterdam.

L’imponente edificio, progettato da PLP Architettura e sviluppato da OVG Real Estate, ha ottenuto una valutazione pari ad “eccezionale”, questo è il punteggio più alto mai registrato (98,36 per cento) dal Building Research Establishment.

Continua a leggere

Puliamo il mondo 2017

Il 22, 23 e il 24 settembre torna Puliamo il Mondo, la storica iniziativa di volontariato ambientale che quest’anno spegne 25 candeline. Da un quarto di secolo, ogni anno, volontari di tutta Italia coordinati da Legambiente si danno appuntamento l’ultimo fine settimana di settembre per ripulire spazi pubblici dai rifiuti abbandonati. Con guanti, rastrelli, ramazze e sacconi ci si ritrova in piazze, strade, parchi urbani, lungo gli argini dei fiumi o delle strade statali, negli spazi “di nessuno” delle periferie. Giovani, anziani, italiani e non, amministrazioni locali, imprese, scuole, uniti da un unico obiettivo: rendere più vivibile e più bello il territorio in cui viviamo.

Puliamo il Mondo è l’edizione italiana di Clean up the world, il più grande appuntamento internazionale di volontariato ambientale che, nato a Sydney nel 1989, coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi. Dal 1993 Legambiente ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia e dal 1995 si avvale della preziosa collaborazione della Rai.

Continua a leggere

Slow Travel Fest

Il viaggio come esplorazione di un territorio, per raccontare il movimento dal piano interiore a quello geografico del cammino. Lo Slow Travel Fest, giunto alla terza edizione, intende fare vivere l’“esperienza della scoperta” grazie alle proposte del programma culturale e alle escursioni organizzate nei tre giorni del festival del viaggio lento, a piedi e in bicicletta, che si tiene dal 22 al 24 Settembre ad Abbadia a Isola nel Comune di Monteriggioni.

Incontri, arte, musica, natura, escursioni lungo la Via Francigena e sulla Montagnola Senese. La volontà è quella di rendere il festival sempre più esperienziale e aperto alla dimensione della “scoperta”, il tema dell’edizione di quest’anno. Gli eventi in programma, disponibile sul sito www.slowtravelfest.it, faranno vivere il festival ai viaggiatori, artisti e ospiti con una serie di esperienze outdoor tra i luoghi e la natura del borgo di Abbadia a Isola e di Monteriggioni. Le loro tracce andranno a comporre una mappa fatta di itinerari, racconti, disegni, immagini. Un’idea innovativa per fare in modo che il territorio che abbraccia il festival parli attraverso la voce e i passi di chi lo ha attraversato.

Continua a leggere

Green society

È l’Italia della green society, quella disponibile a muoversi, produrre, spostarsi, consumare in maniera più equa, sostenibile, giusta, quella fotografata da Legambiente nel primo rapporto nazionale “Alla scoperta della green society”, edito nell’ambito del tradizionale volume annuale Ambiente Italia di Edizioni Ambiente, e presentato a CinemAmbiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale di Torino.

A presentare il lavoro dell’associazione ambientalista il curatore e membro della segreteria nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, il presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta Fabio Dovana, il direttore di CinemAmbiente Gaetano Capizzi e la giornalista Claudia Apostolo.

In questi anni si sta assistendo ad una crescita progressiva, lenta ma inesorabile, di tutti gli indicatori economici e sociali che attestano una crescita da parte dei cittadini di scelte e comportamenti ecosostenibili. Lo si vede nella diffusione delle energie rinnovabili -in 10 anni si è passati dal 15% al 35,5% dei consumi elettrici coperti dalle rinnovabili-, nella raccolta differenziata e nella diffusione del riuso –con la crescita costante dei comuni rifiuti free, ovvero quei comuni che, oltre a essere sopra la soglia del 65% di raccolta differenziata, producono meno di 75 chilogrammi annui per abitante di rifiuto secco indifferenziato-.

Continua a leggere

Con i piedi per terra

Si è conclusa nella Giornata Mondiale dell’Ambiente la XX edizione di CinemAmbiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dal Museo Nazionale del Cinema. Il festival, che si conferma come uno dei più importanti eventi cinematografici ambientali del panorama internazionale, vede da diversi anni la collaborazione di Legambiente che assegna anche un riconoscimento al miglior documentario italiano in concorso.

La menzione speciale dell’associazione ambientalista è stata assegnata quest’anno al documentario “Con i piedi per terra” di Andrea Pierdicca, un viaggio per l’Italia in cui contadini, ricercatori, medici e docenti universitari rivelano strategie mettendo a fuoco un paesaggio finemente lavorato, come un pizzo fatto di attività agricole all’opera. Un documentario che è una tappa del percorso Viaggio Tra Terra e Cielo che, attraverso il web e il video, arriverà in teatro.

“Un bell’affresco del nuovo-antico mondo contadino italiano, spesso fatto di bizzarri visionari che stanno riscoprendo e valorizzando il suolo come bene comune. Un patrimonio per troppo tempo violentato dalla cementificazione e da un’agricoltura senza scrupoli. Ed ecco che grazie a una nuova generazione di agri-cultori l’Italia riscopre il suo pizzo di colture e culture da preservare e valorizzare.

Continua a leggere