Archivi tag: Alimentazione

Il paniere dei prodotti del Gac

Sostenibile.com il paniere del GacArticolo di Gaia Matteucci

Oltre al funzionamento logistico, una delle attività più impegnative nel momento di attivare un progetto di gruppo d’acquisto, è la selezione della lista di produttori da cui rifornirsi. Mentre nei Gas tale scelta viene presa in modo orizzontale e partecipato tra tutti gli iscritti, nel progetto “Collettivo è Meglio” l’attore principale nella selezione dei produttori è il Movimento Consumatori.

Continua a leggere

Ricette di un secolo passato

Sostenibile.com PanTramvaiArticolo di Paola Morgese

Sfogliando un libro di cucina, che usava mia nonna, mi sono imbattuta in un capitolo, in cui ho trovato delle ricette semplici, per la maggior parte salutari e vegane, dallo strano titolo: “Ricette della carestia”.

Il libro contiene alcune delle diverse migliaia di ricette inviate dai radioascoltatori al conduttore di una seguitissima trasmissione di una radio privata degli anni Settanta. Quelle del capitolo sulla carestia sono circa cinquanta.

Per darvi un’idea, vi riporto qualche titolo: carciofi pre-allarme, papaveri e fagioli, castagnaccio del ’43, castagnaccio per il ricovero, caffé di cicoria (lupini, ceci, fagioli e simili), minestra di cicerchie, gnocchi del poverello, frittelle di alghe, pan tramvai, frittata dei poveri.

Continua a leggere

Essere vegani (e non saperlo)

Sostenibile.com veganoArticolo di Paola Morgese

Anche voi, oltre a mangiare solo alimenti vegetali, evitate latte, uova e simili? Allora siete più che vegetariani: siete vegani, o quasi.

Il vegano (quando ho sentito per la prima volta questo termine mi ha dato l’idea di un essere, e di essere, extraterrestre) è una persona che per propria sensibilità o per motivi religiosi, oppure a beneficio della propria salute, per scelta o per gusto, non mangia carne, pesce e prodotti di derivazione animale, come appunto latte, formaggi, uova e simili.

Continua a leggere

Apri un G.A.S. in cinque mosse

Sostenibile.com marchioArticolo di IRENE RUSSO

In questi tempi frenetici, anche i Gruppi d’Acquisto Solidale si attrezzano per rendere più semplice la partecipazione, con l’obiettivo di avvicinare un numero sempre più ampio di persone alle pratiche e ai valori dell’economia solidale. Far parte di un G.A.S. è una scelta quasi obbligata se si vuole conoscere da vicino quel che si mette nel piatto, ma a volte il primo entusiasmo deve fare i conti con tutta una serie di piccole questioni che segnano la vita del “gasista”: quali prodotti acquistare, e da quali produttori? Come funziona la distribuzione degli alimenti? Quanto tempo impegna il G.A.S.?

Continua a leggere

Alberi di pasta sfoglia

Sostenibile.com alberi NataleRicetta di Nilli

Per questo Natale impazza sul web la ricetta degli alberi segnaposto: più che una ricetta…un’idea vincente!!!
Basterà infatti un rotolo di pasta sfoglia, olive o pomodori per la versione salata, lamponi o mirtilli per quella dolce!

Questi alberelli sono veloci, scenografici e… croccantissimi!

Cosa ci serve:

Continua a leggere

Torta vegana cacao e cocco

tortaveganacacaoecoccoRicetta di Paola Morgese

Questa torta è una variante di quella vegana al cacao. https://www.sostenibile.com/blog/2015/02/torta-al-cioccolato-vegana-integrale/

Ingredienti

160 g di zucchero di canna grezzo

100 g di farina integrale biologica

100 g di farina di cocco

Continua a leggere

Pesce vegano impanato e fritto

sostenibile-com-pesce-vegano-impanatoRicetta di Paola Morgese

Il tofu può sostituire il pesce a tranci nelle ricette vegetariane e vegane! Provateci con questa semplice, veloce ed appetitosa ricetta.

Ingredienti per due persone

1 fascio di spinaci

125 g di tofu bio

1 cucchiaio di farina di ceci bio

Spezie essiccate q.b.

Pepe nero in grani

Acqua naturale q.b.

Pan grattato integrale

1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva

Sale fino q.b.

1/2 cucchiaino di semi di lino tritati

Succo di 1 limone piccolo

Pulite e lavate gli spinaci ed adagiateli, crudi, in un piatto da portata. Mettete la farina di ceci in un piatto fondo. Aggiungete il pepe macinato al momento e le spezie essiccate. Potete usare, ad esempio, un misto di cipolla, origano, aglio, prezzemolo e peperoncino piccante. Amalgamate il tutto. Aggiungete gradualmente l’acqua del rubinetto, che avrete lasciato riposare per almeno 10 minuti per far evaporare il cloro.

Mescolate bene, per evitare la formazione di grumi, e continuate fino ad ottenere una pastella della consistenza simile a quella di un uovo sbattuto.

Tagliate il tofu in 4 tranci dello spessore di circa 1 cm ognuno. Immergete e rigirate i tranci nella pastella, per ricoprirli completamente.

Per ottenere del pan grattato fresco e croccante, potete sbriciolare con un matterello due fette di pane integrale tostato oppure due fette biscottate integrali (senza olio di palma e con farina integrale vera, non con crusca aggiunta a farina 00).

Dopo aver passato i tranci nella pastella, avvolgeteli bente con il pan grattato. Riscaldate l’olio in una padella antiaderente e fate cuocere i tranci circa 2 minuti per lato. Adagiateli ben dorati sulle foglie di spinaci, senza asciugarli prima con la carta assorbente. Cospargeteli di sale fino e di semi di lino tritati al momento. Se preferite, aggiungete anche altro pepe macinato al momento. Irrorate con succo di limone e servite caldissimo.

Se è avanzata della pastella, versatela nella padella ancora calda e cuocetevi una piccola frittata vegana. Potete sostituire gli spinaci con insalata verde. I semi di lino contengono gli acidi grassi omega 3, che il nostro corpo non produce e che devono essere introdotti con l’alimentazione. Essendo molto delicati, devono essere consumati a crudo. Essendo facilmente ossidabili, devono essere tritati al momento. Inoltre, per evitare che il nostro sistema digerente li espella, devono essere polverizzati e mai ingeriti interi.

Buon appetito!

Paola Morgese, PMP
Ingegnere civile idraulico
Specialista in ingegneria sanitaria ed ambientale
http://it.linkedin.com/in/ingpaolamorgese/en
http://progettisostenibili.wordpress.com/

I gruppi di acquisto solidali: una panoramica (parte due)

Sostenibile.com gruppi di acquistoArticolo di Gaia Matteucci

La comunicazione all’interno del gruppo di acquisto avviene quasi esclusivamente via e-mail. In questo modo vengono eseguiti gli ordini, inviate le comunicazioni e fissati gli incontri. In genere viene individuato un referente (talvolta due) per ogni prodotto acquistato.

Questa persona, spesso rappresentata da colui che propone il prodotto, ha l’incarico della gestione completa dell’acquisto che consiste nelle attività di: informare il Gas circa le modalità di acquisto, raccogliere gli ordini e inoltrare l’ordine complessivo al produttore, organizzare il metodo di trasporto, eseguire il pagamento, depositare il prodotto nella propria abitazione o nelle strutture a disposizione del Gas e, infine, distribuire il prodotto tra i membri.

Continua a leggere

Urban coltivator

Sostenibile.com urban coltivator“Comprare locale”, “mangiare biologico”, “crescere il proprio cibo” suona troppo hippy per i vostri gusti? Non temete, hippy è il nuovo yuppy.

Ci sono tre ragioni per cui si può intravedere un futuro interessante per questo nuovo elettrodomestico da cucina: L’educazione alimentare per i bambini, la crescita di piantine da piantare in estate, e coltivare cibo fresco durante i mesi freddi.

Prima di andare avanti ecco le persone che hanno immaginato questo passo concreto verso la sostenibilità.

Continua a leggere