Archivi tag: Economia circolare

L’economia circolare delle imprese

Il 6 novembre scorso, durante la prima giornata di Ecomondo 2018 il salone di Rimini riferimento annuale per il mondo dell’ecologia e della sostenibilità ambientale, si è tenuto il workshop “Economia circolare, nature-based solutions, imprese” organizzato dalla Città Metropolitana di Bologna in collaborazione con Ervet e AICQ Emilia-Romagna nell’ambito dei progetti europei Connecting Nature e CESME.

L’applicazione di modelli di economia circolare alle imprese apporta indubbi vantaggi economici alle imprese. Ma come calcolarli? Oggi esiste un modello, tutto italiano, messo appunto da alcuni studenti del Corso di Studi in “Resource economics and sustainable development” dell’Università di Bologna a seguito di una ricerca finanziata nell’ambito del progetto CESME, finanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale attraverso il programma Interreg Europe e presentato proprio nel corso del workshop.

Continua a leggere

Comuni Rifiuti Free

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2 mila miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito il primo EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte organizzato a Torino da Legambiente nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti e in cui si è parlato delle migliori esperienze piemontesi in tema di economia circolare e al tempo stesso della necessità di politiche per rendere più virtuosa la gestione dei rifiuti nella nostra regione.

Un Piemonte che certo non brilla sul fronte della riduzione dei rifiuti e della raccolta differenziata. Secondo i dati presentati da Legambiente nel dossier Comuni Ricicloni Piemonte 2017 sono soltanto 13 i Comuni Rifiuti Free che, oltre ad aver raggiunto il 65% di RD, producono meno di 75 kg pro capite l’anno di rifiuti indifferenziati. Ma a preoccupare l’associazione ambientalista è anche l’esigua percentuale di Comuni che superano il 65% di raccolta differenziata previsto per legge: appena 242 su 1202, poco più del 20% del totale.

Continua a leggere

I Campioni dell’economia circolare

Sostenibile.com economia-circolareInnovazione industriale, aziende, imprese sociali: tutte impegnate nella gestione sostenibile dei rifiuti, del riuso, e del riciclaggio. Anche in Piemonte crescono le esperienze di green economy: realtà che hanno già investito e scommesso su un nuovo modello produttivo, chiudendo il cerchio e contribuendo a fare dell’Italia la culla della nascente economia circolare.

I rappresentanti delle realtà piemontesi che già hanno investito in questo nuovo modello economico, e per questo ribattezzati da Legambiente i Campioni dell’Economia circolare, hanno raccontato la loro esperienza questa mattina a bordo del Treno Verde, il convoglio dell’associazione ambientalista e Ferrovie dello Stato Italiane, realizzato con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, che fino chiude oggi la sua tappa ad Asti.

Destinazione finale del messaggio portato dai Campioni è Bruxelles, dove è in corso la discussione per l’approvazione del pacchetto europeo sull’economia circolare. Legambiente e i Campioni incontreranno il 24 aprile il vicepresidente della Commissione UE, Jyrki Katainen e l’eurodeputata Simona Bonafè, relatrice del Pacchetto, per chiedere una strategia moderna e sostenibile per uscire dalla crisi puntando su innovazione e coinvolgimento sinergico tra cittadini, istituzioni e economia.

Continua a leggere

L’economia circolare

Sostenibile.com economia circolare580 mila posti di lavoro, di cui 190 mila solo in Italia e un risparmio annuo di 72 miliardi di euro per le imprese europee. Basterebbe passare dal considerare il rifiuto come un problema, o peggio ancora un’emergenza, mentre invece rappresenta una grande opportunità economica ed occupazionale. Mettere in pratica, insomma, gli obiettivi del Pacchetto dell’Economia circolare in discussione al Parlamento Europeo.

I posti di lavoro potrebbero crescere addirittura sino a 867 mila se al target del 70% di riciclaggio si accompagnassero a livello europeo e nazionale anche misure ambiziose per il riuso, in particolare nell’arredamento e nel tessile.

Un’economia, quella circolare, che a differenza di quella lineare, dà vita a un processo di autogenerazione in cui tutte le attività sono organizzate in modo che i rifiuti di qualcuno diventino risorse per qualcun altro.

A raccontarlo in un viaggio lungo i binari di tutt’Italia è il Treno Verde 2017, il convoglio ambientalista di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, realizzato con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, con un’edizione tutta speciale dedicata a questo nuovo modello di sviluppo economico sostenibile e innovativo che sta prendendo sempre più piede in Italia ed è ora al centro del dibattito europeo.

Continua a leggere