Archivi tag: Goletta verde

“Per un pugno di taniche”

piattaforma-petrolifera24mila chilometri quadrati di mare da trivellare per estrarre 10 milioni di tonnellate di greggio (stimate), che visti i nostri standard di consumo coprirebbero il fabbisogno di appena 2 mesi. È questa la denuncia di Legambiente nel dossier “Per un pugno di taniche”, presentato mercoledì scorso durante la tappa siciliana di Goletta Verde, campagna a difesa del mare e delle coste italiane che anche quest’anno sta concentrando la propria azione nella lotta contro le trivelle. Continua a leggere

La Goletta dei Laghi in Piemonte con le barche solari

Sostenibile.com Goletta barche solari Solcano silenziosamente la superficie. Non hanno bisogno di carburante. Non emettono C02 in atmosfera. Garantiscono una fruizione leggera, in armonia con la natura dei laghi. Anche quest’anno le barche solari, imbarcazioni dotate di un sistema di propulsione elettrico alimentato con moduli fotovoltaici grazie all’energia solare, navigano a fianco della Goletta dei Laghi di Legambiente.

La campagna ambientalista, in questi giorni sul Maggiore, non si occupa infatti solo di monitorare la qualità delle acque e denunciare il consumo di suolo sulle coste ma anche di promuovere una gestione sostenibile del territorio, a partire dal turismo.

“Dalla dispersione di oli o combustibili in acqua all’inquinamento atmosferico, la navigazione ha un forte impatto sull’equilibrio dell’ ecosistema lacustre, in particolare nelle zone a canneto e in quelle di particolare rilevanza naturalistica – spiega Simone Nuglio, portavoce della Goletta dei Laghi -. E’ necessario promuovere modelli virtuosi che consentano la pratica del diporto nautico senza minacciare l’ambiente lacustre”..

Ecco perchè per il terzo anno un catamarano fotovoltaico sta affiancando la Goletta ad Arona, così come era successo nei giorni scorsi sul lago d’Iseo con un’altra imbarcazione solare.

A suggellare l’intesa c’è il patrocinio dell’associazione ambientalista al Registro delle Barche Solari, una comunità informale, il cui centro virtuale è il sito www.barchesolari.it, che censisce le imbarcazioni ad energia elettrica e solari naviganti in Italia, favorisce lo scambio di informazioni tra i rispettivi proprietari e promuove la sostenibilità nella navigazione a scopo turistico.

“Anche nel nostro paese, in particolare nelle acque interne – dichiara Roberto Signorelli, coordinatore del Registro Barche Solari -, iniziano a diffondersi le imbarcazioni solari, utilizzate per diporto ma anche per sport, seguendo l’esempio di Germania e Olanda dove le competizioni di questo tipo di barche sono molto seguite. Un modo di navigare e divertirsi nel pieno rispetto dell’ambiente”.

Obiettivi in linea con Living Lakes Italia, la rete per la salvaguardia e la valorizzazione dei laghi italiani, a cui il Registro delle Barche Solari ha recentemente aderito. Living Lakes Italia, che fa parte di una più ampia rete internazionale che coinvolge oltre 102 membri in tutto il mondo, è coordinata da Legambiente e formata da associazioni, aree umide e laghi con lo scopo di promuovere la protezione e lo sviluppo degli habitat naturali e la loro varia flora e fauna, aumentare la conoscenza e il livello di sensibilità nei confronti degli ecosistemi delle aree lacustri e sviluppare in modo sostenibile il turismo e le economie locali.

“La collaborazione tra le amministrazioni e le associazioni è fondamentale per implementare una governance dei laghi che metta insieme gli aspetti ambientali, sociali ed economici dei nostri preziosi bacini lacustri – sottolinea Federica Barbera, segretario generale di Living Lakes Italia -. Lo sviluppo turistico infatti ha troppo spesso avuto un impatto negativo sulla biodiversità, modificandola in modo irreversibile. E’ ora di invertire la tendenza: siamo a bordo di Goletta dei Laghi per mostrare come un ambiente sano e protetto garantisca la redditività di un territorio in termini di sviluppo turistico, promozione dei prodotti tipici e crescita delle economie locali”

La sostenibilità non è solo un auspicio ma una pratica possibile. Lo dimostrano i Comuni premiati dalla Guida Blu 2013 che ogni anno Legambiente e Touring Club realizzano per mettere in luce le migliori località lacustri e marine. Sono ben 9 i paesi sul lago Maggiore inseriti nella Guida: con 4 vele spiccano Cannero Riviera e Cannobio, Belgirate, con 3 Giffa, Baveno, Oggebbio, Lesa, Verbania e Stresa.