L’economia circolare delle imprese

Il 6 novembre scorso, durante la prima giornata di Ecomondo 2018 il salone di Rimini riferimento annuale per il mondo dell’ecologia e della sostenibilità ambientale, si è tenuto il workshop “Economia circolare, nature-based solutions, imprese” organizzato dalla Città Metropolitana di Bologna in collaborazione con Ervet e AICQ Emilia-Romagna nell’ambito dei progetti europei Connecting Nature e CESME.

L’applicazione di modelli di economia circolare alle imprese apporta indubbi vantaggi economici alle imprese. Ma come calcolarli? Oggi esiste un modello, tutto italiano, messo appunto da alcuni studenti del Corso di Studi in “Resource economics and sustainable development” dell’Università di Bologna a seguito di una ricerca finanziata nell’ambito del progetto CESME, finanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale attraverso il programma Interreg Europe e presentato proprio nel corso del workshop.

Continua a leggere

Climaera

Il progetto Climaera rientra nel programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra, sotto l’egida dell’Unione Europea su un periodo di tre anni (2017 -2020). Questo progetto ha molteplici obiettivi:

valutare la qualità dell’aria tra alcune regioni francesi (Provenza-Alpi-Costa Azzurra ed Auvergne-Rhône-Alpes) ed italiane (Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta), tenendo conto dei cambiamenti climatici;

elaborare delle indicazioni per diminuire i gas ad effetto serra e gli inquinanti, grazie agli scenari emissivi con orizzonte temporale 2030 e 2050 ed ad una lista ordinata di misure da tenere in considerazione.

Continua a leggere

Un futuro 100% rinnovabile

Sono 11,9 milioni gli edifici residenziali in Italia – il 79,3% degli edifici totali – con 30,6 milioni di abitazioni. Di questi oltre 2 milioni si trovano in uno stato di conservazione mediocre o pessimo e rappresentano il 16,8% del totale. Parte di questi edifici, oltre 145mila si trovano nella Regione Piemonte e rappresentano il 15,4% del patrimonio edilizio abitativo della regione. Altro dato interessante che riguarda il patrimonio edilizio è quello rappresentato dai edifici residenziali non occupati che arrivano, superando la media nazionale, al 21,5% del totale nel 2011.

Questi i numeri dell’ISTAT e del Cresme di un patrimonio edilizio da riqualificare, con azioni di innovazione ambientale, efficientamento energetico, a cui si rivolge la nuova campagna “un altro modo di vivere il condominio”, che vuole sensibilizzare cittadini, amministrazioni e costruttori sull’importanza di un nuovo modello di vivere e progettare i condomini e i suoi spazi e sulle modalità di abbattere i costi in bolletta, anche grazie alle agevolazioni fiscali previste dallo Stato.

Continua a leggere

Edilizia nell’ambiente, l’impronta ecologica degli edifici

Articolo di Giorgio Mandolesi

Sostenibile.com riscaldamento casaCaro lettore, oggi vorrei parlare di un aspetto importante legato all’ impronta ecologica! Magari ti verranno in mente le impronte lasciate da una persona durante il suo cammino….. infatti, proprio come un piede che lascia un’orma sul terreno così il nostro stile di vita lascia un segno tangibile nell’ambiente.

La continua antropizzazione del territorio, ha fatto sì che se da un lato si potessero realizzare gli spazi necessari al progredire della società, dall’altro a portato ad una aggressione dell’ambiente originario, portando ad una alterazione di quelli che erano gli equilibri naturali. L’emissione di gas serra ad esempio, sono aumentate di pari passo con la crescente attività dell’uomo.

Continua a leggere

Guardaroba ecologico in festa

Sostenibile.com swapArticolo di Carla

Sai che in Italia il consumo di abiti e di accessori è di circa 14 kg a persona, ogni anno? Purtroppo però la raccolta differenziata è di appena 1,5 kg ciascuno. Questo dato si può e si deve  migliorare, soprattutto perché il 95 % dei tessuti che finiscono in discarica potrebbe essere riciclato.

Ecco il dunque un buon proposito, dare una svolta “eco” all’armadio, riducendo gli sprechi e, meraviglia, scoprendo che si possono avere tantissime cose carine in più da indossare.

Continua a leggere

In Cammino per il Clima

La Coalizione italiana per il Clima aderisce con convinzione a In Cammino per il Clima, la marcia di 1500 km da Roma a Katowice (Polonia) per raccogliere le preoccupazioni e gli impegni dei cittadini sul cambiamento climatico, in vista della conferenza dell’ONU COP24 di Dicembre 2018.

La Coalizione nata nel 2015 per organizzare anche in Italia la marcia globale per il clima alla vigilia della Conferenza di Parigi, a cui aderiscono oltre 200 organizzazioni nazionali e territoriali che operano per la difesa dell’ambiente, la transizione giusta, nuove politiche energetiche e di trasformazione dell’economia e della società, per uno sviluppo sostenibile umano, accompagnerà i pellegrini nel loro cammino verso Katowice.

La marcia partirà da Piazza San Pietro in Roma il 4 Ottobre alle ore 10.00.

Continua a leggere

Possiamo fare a meno del petrolio? E del gas “naturale”?

Articolo di Umberto Novarese – Fondazione Telios

centrale_termoelettrica

Spesso ci si dimentica che non è tanto il grado di inquinamento a creare l’effetto-serra e il conseguente riscaldamento globale, quanto la combustione: ossia bruciare petrolio, gas “naturale” (cioè metano), carbone e altri combustibili.

La CO2, anidride carbonica, che si sviluppa dalle combustioni, crea quella specie di spessa pellicola che al di sopra delle nubi fa da vetro-serra al globo terrestre, con tutto ciò che ne consegue. Conclusione: un’auto che va a gasolio, benzina, metano, gas di petrolio liquefatto (gpl), inquina in modo decrescente, sì, ma emette CO2 in proporzione alla cilindrata, comunque.

Continua a leggere

Le serre solari


Sostenibile.com serre solari
Articolo di Giorgio Mandolesi

Ben tornato caro lettore, dopo aver parlato di edifici ad energia “quasi zero”, oggi vorrei parlare di serre solari e della loro importanza in termini di sostenibilità.

La sostenibilità delle serre solari.

La serra solare è un sistema tecnologico largamente utilizzato nella progettazione bioclimatica, una disciplina, che si avvale di soluzioni alternative e innovative, sensibilizzando le scelte progettuali a gli aspetti climatici del luogo in cui si inserisce il progetto. La serra solare sfruttando delle radiazioni solari durante il periodo invernale, permette di “bilanciare” i carichi termici.

Continua a leggere