Come ti impano la Melanzana: cotolette!

Sostenibile.com melanzane fritteRicetta di Nilli

Estate per me è sinonimo, oltre che di belle giornate di sole e mare (anche se da quando abito a Torino la seconda parte si è lievemente ridotta), di frutta e verdura che adoro e che, colorata e golosa, ci aiuta ad affrontare le giornate con maggiore energia!

Fra i frutti che la Nostra bella Terra ci offre, la melanzana è uno dei miei preferiti! Infatti oggi è la protagonista, ancora una volta, di una ricetta veloce e molto golosa: le “cotolette”!

Come ti impano la melanzana? Beh, come ampiamente noto, fritta è buona pure la suola delle scarpe: ma questa cotoletta renderà la melanzana ancora più golosa! E’ un contorno/secondo piatto veloce e di sicura riuscita! Da provare!

Cosa ci serve:

un paio di melanzane tonde (per rendere maggiormente l’idea “cotoletta”)

farina di ceci

farina di mais

sale

Santoreggio o erbette a piacimento

olio di semi di girasole

Come si prepara:

tagliare a fette spesse max 1 cm le melanzane, dopo averle lavate ed asciugate.

Per la pastella, io preparo una combinazione di farina di ceci ed acqua in rapporto 1 a 1: per una ciotola di farina di ceci, una ciotola di acqua. Mescolare con una forchetta la farina di ceci e l’acqua ed aggiungere qualche pizzico di sale, quindi lasciar riposare mezz’ora.

Nel frattempo in una padella scaldare un dito di olio di semi di girasole: quando l’olio è ben caldo, possiamo iniziare con la cottura.

Preparare un piatto fondo, o un’altra ciotola, con farina di mais e procedere, una fetta alla volta alla panatura: io aggiungo anche santoreggio secco perché trovo che esalti il sapore. Se non è disponibile si può sostituire con timo o maggiorana o con.. nulla!

Passare la fetta di melanzana nella morbida pastella di ceci ed acqua, lasciando che abbracci completamente la fetta, quindi lasciar sgocciolare e passare nella farina di mais: con delicatezza adagiare le fette nell’olio ben caldo e cuocere fino a che la panatura non divenga ben croccante e leggermente brunita.

Per assorbire l’olio in eccesso, adagiare le fette di melanzana su un piatto foderato di carta da cucina.

 

Servire ben calde



Questo articolo è stato pubblicato in Alimentazione e Ricette e taggato come , , , il da
Una foto di Nilli

Informazioni su Nilli

Dalla Toscana con furore, Nilli si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli studi di Pisa con una tesi sui diritti degli animali in ambito alimentare: ha da sempre a cuore la tematica della tutela ambientale e dell’alimentazione sana e sostenibile che sviluppa nella sua cucina tradizionale ma creativa. Inizia a cucinare appena riesce a stare in piedi: ad oggi crea ricette semplici, golose e sfiziose, che propone sul blog, in radio, sui social network. Inoltre si occupa di eventi, locali, comunicazione e living.

| lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *