Sostenibile: aggettivo positivo

Manuale per progetti sostenibili

Articolo di Paola Morgese

Sostenibile è l’aggettivo positivo attraverso il quale i tre aspetti, ambientale, sociale ed economico, si intrecciano influenzandosi a vicenda. Ma andiamo un po’ più in profondità.

Nel libro di Paola MorgeseManuale per progetti sostenibili – Sostenibilità globale e project management” la sostenibilità si lega alla gestione di qualunque tipo di progetto in chiave applicativa.

Sostenibile, ad esempio, è ambientale per la salvaguardia della biodiversità, per la corretta gestione dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi, per il risparmio energetico, per l’uso di energie rinnovabili, per un’equa gestione delle acque, potabili e non, per la lotta all’inquinamento di suolo, acqua ed aria.

Sostenibile è sociale per il rispetto dei diritti umani, per la lotta alle discriminazioni di ogni tipo, per la salvaguardia dei diritti dei lavoratori, per la garanzia di uno stipendio adeguato al mantenimento delle famiglie, per la lotta alla corruzione che favorisce l’inquinamento e devia gli investimenti, per il rispetto dei diritti dei consumatori e degli utenti.

Sostenibile è anche economico per la salvaguardia delle risorse e per la loro efficiente gestione, per l’organizzazione razionale del lavoro, dei trasporti e delle comunicazioni, per l’incremento dei profitti e per la loro equa distribuzione tra i soggetti sociali.

Volendo approfondire di più: il risparmio energetico è ambientale ed economico insieme. La lotta all’inquinamento è ambientale ed al contempo sociale. La gestione dei rifiuti sembrerebbe soprattutto una questione ambientale, ma ha forti ripercussioni sul sociale e sull’economico. La gestione delle acque anche.

La lotta alle discriminazioni è un tema sociale, che riguarda però anche l’aspetto economico. La corruzione è sociale, ma ha forti ripercussioni sull’ambiente (inquinamento) e sull’economia, ad esempio deviando gli investimenti crea povertà.

Il rispetto dei diritti dei consumatori e degli utenti riguarda l’ambito sociale prima di tutto ma, se il prodotto o servizio fornito inquina, consuma troppa energia ed acqua, richiede costose e complicate operazioni di esercizio e di manutenzione, è pericoloso per l’incolumità e per la salute oppure ne è stata pianificata l’obsolescenza, allora riguarda anche l’aspetto ambientale e quello economico.

La salvaguardia delle risorse è un tema economico ma, se le risorse sono ambientali, è anche ambientale oppure, se le risorse sono umane, è anche sociale. L’organizzazione del lavoro ha implicazioni economiche ed anche sociali.

L’organizzazione dei trasporti è un aspetto economico, poiché però i mezzi di trasporto inquinano, è anche ambientale e, poiché riguarda pure i lavoratori pendolari, è anche sociale. Le comunicazioni (telefoniche, cartacee, di persona) sono un tema economico, se però ad esempio con le nuove tecnologie oggi disponibili una riunione può essere sostituita da una teleconferenza, allora hanno degli impatti sui trasporti e quindi sull’ambientale e sul sociale.

L’equa distribuzione dei guadagni tra investitori, lavoratori, fornitori e collettività è un aspetto economico e sociale insieme inoltre, se parte dell’investimento del profitto riguarda ad esempio un’area verde, è anche ambientale.

Ecco che la parola sostenibile, anche se non ce ne accorgiamo, entra continuamente nella nostra vita.

Per aggiornamenti ed approfondimenti potete visitare la pagina Facebook del libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *